A Roma apre il Balloon Museum, un nuovo museo ricco di divertimento, dove è possibile immergersi in un’esperienza piena di luci colorate, installazioni artistiche e tanti palloncini.

A Roma apre il Balloon Museum, un nuovo museo ricco di divertimento, dove è possibile immergersi

Fino al 5 marzo a Roma è possibile esplorare il Balloon Museum, un luogo unico dedicato all’arte gonfiabile. Recentemente ha attirato l’attenzione di Luca Argentero e Cristina Marino, accompagnati dalla loro piccola Nina.

Il Balloon Museum è concepito come uno spazio per ritrovare la gioia dell’infanzia. Qui si può trascorrere del tempo immersi in installazioni artistico-gonfiabili, circondati da palloncini colorati, luci vivaci e vasche piene di palline. Inoltre, è presente un ristorante a tema che completa l’esperienza ludica.

Anche Cristina Marino è rimasta incantata dal Balloon Museum, tanto da scattare delle fotografie all’interno di questo originale museo romano.

Il Ballon Museum inaugura la sua apertura

Ma non è tutto: il museo è stato allestito anche nel rispetto dell'ambiente e offre spazi

Eccoci nel cuore di Roma, dove è appena giunta una nuova attrazione davvero sorprendente: il Ballon Museum. Si tratta del primo museo al mondo interamente dedicato all’arte dei palloncini e degli oggetti gonfiabili, aperto sia ai più piccoli che agli adulti desiderosi di trascorrere qualche ora di leggerezza e divertimento.

Qui si può scattare tantissime foto e interagire con ambienti creativi e stimolanti, tra colori e forme originali. E tutto questo avviene nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, garantendo la massima sicurezza ai visitatori. Ma non è tutto: il museo è stato allestito anche nel rispetto dell’ambiente e offre spazi e servizi fruibili anche da persone con disabilità.

Un’esperienza unica, che unisce divertimento, creatività e sicurezza. Non vedo l’ora di visitarlo e di condividere con voi tutte le meraviglie di questo museo davvero speciale.

La sicurezza è al primo posto: l’importanza della sicurezza nelle attività quotidiane

  Qui si può scattare tantissime foto e interagire con ambienti creativi e stimolanti, tra

La pandemia ha costretto la chiusura dei luoghi della cultura e del ritrovo per mesi, ma finalmente è di nuovo possibile frequentare musei, gallerie, cinema e teatri, rispettando però tutte le norme anti-Covid. Anche al Ballon Museum ci sono regole da seguire: tutti, visitatori, membri dello staff e espositori, devono igienizzarsi spesso le mani e indossare la mascherina. Inoltre, l’ingresso è contingentato e si consiglia di acquistare il biglietto online per evitare file all’entrata. Per garantire la sicurezza, c’è anche la ventilazione dell’ambiente.

LEGGI ANCHE:  Libri da leggere almeno una volta nella vita: i titoli che non devi assolutamente perdere

La mostra è stata organizzata in modo responsabile, anche dal punto di vista ambientale. Si è pensato a un impatto minimo sul territorio e alla possibilità di lasciare un’eredità positiva alla comunità del posto. Tutti i materiali presenti, dalle opere agli arredi agli allestimenti, verranno riutilizzati e/o riciclati, con attenzione al corretto smaltimento dei rifiuti prodotti. I palloni stessi, parte importante del percorso espositivo, sono biodegradabili e fabbricati in lattice di gomma naturale.

I prezzi e le opzioni dei biglietti per il prossimo evento.

Tutti i materiali presenti, dalle opere agli arredi agli allestimenti, verranno riutilizzati e/o riciclati, con attenzione

La pandemia da Covid ha costretto il Balloon Museum a annullare le precedenti date di apertura. I biglietti acquistati per il 2024 saranno validi fino a marzo. È possibile acquistare nuovi biglietti sia online che presso il museo, che è aperto dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 21. Il costo del biglietto intero è di 13 euro, mentre il prezzo ridotto è di 12 euro. I bambini pagano 6 euro. Nei giorni di sabato e domenica, i prezzi aumentano leggermente: i bambini fino agli 8 anni pagano 8 euro, il biglietto intero costa 15 euro e il ridotto 14 euro. Il Balloon Museum sarà aperto anche l’8, il 24, il 26 e il 31 dicembre, oltre che l’1 e il 7 gennaio, dalle 10 alle 21. L’ingresso è gratuito per i bambini fino a 3 anni e per i visitatori diversamente abili (l’accompagnatore può usufruire dell’entrata a prezzo ridotto).

Cristina Marino e Luca Argentero parteciperanno a un evento presso il Balloon Museum

L’attrice ha deciso di visitare il Balloom Museum, come dimostrato dalle foto condivise su Instagram. Insieme a lei c’erano il marito Luca Argentero e la loro figlia Nina Speranza, nata il 20 maggio 2024. “Le mie ragazze”, ha scritto Argentero sui social, con moltissimi commenti ad approvare le foto di famiglia.